Storia contemporanea dell'Europa Orientale
e Centro-orientale
 
Sito curato da MICHELE RALLO
 

CARTOGRAFIA STORICA

 

 
 

 
 

 

IL KOSOVO:
DA VILAYET OTTOMANO A STATO INDIPENDENTE
(1878-1908)

La situazione etnica presentata nella prima carta é all’incirca quella del 1880.
Fra Guerre balcaniche e Grande Guerra le principali etnie slave (serbi, croati e bosniacchi da una parte, bulgari e macedoni dall’altra) non si consideravano tra loro separate, e tendevano ad aggregarsi in due grandi gruppi.
Tuttavia, dalla fine della Prima guerra mondiale ad oggi, mentre i vari gruppi slavi si sono separati fra loro, l’etnia albanese ha esteso le zone dove é maggioranza.
Inoltre gli albanesi, all'inizio attratti dalle nazioni più mature loro confinanti (Serbia, Grecia, Turchia) in base alla confessione religiosa (ortodossa o mussulmana), hanno acquisito una coscienza nazionale unitaria e transreligiosa, permettendo loro di inglobare nella comunità nazionale anche quelle popolazioni borderline destinate ad essere slavizzate o grecizzate.
Le ripetute pulizie etniche rendono comunque difficile realizzare un quadro certo della situazione attuale.

E.M.


 

Per gentile concessione della rivista "Storia in rete"


 
 
 

 

 

Storia contemporanea dell'Europa Orientale :: 2007

Risoluzione consigliata 1024x768
All rights reserved